Indovinate…

…dove siamo?

image

image

image

Sul primo VentolONE! Suha ci raggiungera’ piu’ tardi, quindi ci godiamo i 1400 mq di zucchine, il campo di erbetta che non conosciamo, il bananeto, l’impianto di distribuzione dell’acqua, e soprattutto…il VentolONE modificato ovunque, nella trasmissione, nel sistema di frenatura, nella tubazione. La turbina e’ in questo momento priva di albero e le pale giacciono legate, ai lati, in attesa di ripartire.
Peccato, ci sarebbe piaciuto vederlo in azione…ma siamo stra-contenti di vedere quanto Suha abbia saputo andare avanti, da solo, migliorando e sperimentando soluzioni diverse.
Questa puo’ essere definita una “tecnologia appropriata”, allora, e insomma, a distanza di 2 anni quanta strada si e’ fatta!
E con quanta ingenua e allegra tenacia, fatica e incoscienza ci mettemmo, senza troppo pensare e nemmeno intuire le complicazioni, le difficolta’ e la sottile follia dell’impresa. A distanza di 2 anni, beh, sembra molto piu’ evidente!

image

Scritto con WordPress per Android

Annunci

Google Earth!

Siamo stati selezionati per stare su Google Earth! Non che sia chissà quale successo, ma insomma…! In ogni caso tutte le foto qui (poche per ora), dalle quali è possibile risalire alle coordinate geografiche dove sono posizionate le nostre torri eoliche!

Queste le coordinate delle torri a Ukomola: -8.712043, 34.639922

e queste quelle della torre a Jambiani: -6.347587,39.53931

———-

Finally we are on Google Earth! All the photos here (not so many, by now), everyone can reach our turbines on Earth through coordinates!

E dal sig. Suha? – what about mr. Suha’s shamba?

Questa estate uno degli obiettivi che ci eravamo posti consisteva in una visita al campo di mr. Suha per vedere cosa ne era del primo VentolONE.

Per vicissitudini che spiegheremo nei post successivi solo una parte di noi ha potuto mettere in atto tal proposito, e chi scrive non è tra questi, purtroppo! Ma la tecnologia ci viene in aiuto, e le foto realizzate a Jambiani da Anna Maria e Cristiano sono più che esplicative!

Più che i dettagli tecnici delle modifiche (tante!) apportate da Suha con l’aiuto di Shipo e altri ci interessa qui farvi vedere cosa ne è della shamba, dell’orto di Suha: una distesa verde di piante e piantine!

La vista di queste foto ci ha riempito il cuore di autentica emozione, vedere con i propri occhi che quel che hai costruito poi…cresce e fiorisce è stata una delle più grandi soddisfazioni vissute!

Le immagini si commentano da sole!

———

This summer only a small part of the whole group could get to Jambiani to take a look on the first VentolONE: the member who writes here wasn’t one of these, unfortunately, but when he firstly saw the photos, well, it was a big satisfaction! It was so nice to see how deeply things changes, and how much green anyone can see, with plants and trees, where there was only dust and sand just one year ago! The following pictures don’t need so many comments!

VentolONE in Jambiani, form the bush, august 2012

VentolONE in Jambiani, nearby, august 2012

VentolONE in Jambiani, some visible changes

VentolONE in Jambiani: Suha painted the lattice!

the pipe and the tanks

Fedele opens the faucet

this water means, simply, that VentolONE works!

plants and vegetables!

bananas!

african nursery plants!

a watering can is waiting!

Only a doubt: what does it mean this writing?
our kiswahili knowledge is too poor!
Who can access the water?

No magagna, no magagna, no magagna, water is coming!

Cari lettori e cari amici, ci siamo!  Dopo l’ultimo aggiornamento di gennaio, in cui mr. Suha confermava il buon funzionamento del sistema eolico installato nella shamba mancava solo più una cosa: un video del VentolONE zanzibarino in funzione…

Ebbene…è arrivato! caricato semplicemente su youtube, peraltro già qualche mese fa, a nostra insaputa!

suha's happiness: water is coming!

e qui di seguito il video, il tanto desiderato video:

Non riusciamo a descrivere la soddisfazione, la gioia e la commozione che abbia vissuto nel rivedere la torre che tanta fatica e tanto lavoro ci ha dato, nel risentire la voce di mr. Suha, nel rivedere la shamba, colorata di un bel verde finalmente, e soprattutto…nel vedere l’acqua che giunge nel tank!

Per un istante il nostro sentimento di gratitudine è andato a tutti coloro i quali han creduto in noi e al progetto, sia con il sostegno morale che con quello economico, a partire per certo dalla nostra ONLUS Solarecollettivo.

E commossi, per davvero, ci siamo guardati e riguardati il video, ri-assaporando il vento di Jambiani, l’allegria, la creatività…come in trance, senza accorgerci di cosa stava dicendo mr. Suha nel video…

Poi, a un certo punto, ponendo un po’ di attenzione…noooo! non ci potevamo credere!

Suha dice “no magagna, no magagna, water is coming“! non ci potevamo credere!

Magari ai lettori non dirà nulla, ma a noi che eravamo là, che abbiamo riso e scherzato con lui circa la “laziness of southern people” quando Alberto si fermava a riposare, che abbiamo visto Patrick fargli scherzi da bambini, che abbiamo condiviso con lui anche le nostre espressioni gergali come “magagna” che più piemontese non si può, ecco, sentire Suha dire “no magagna” come se ci parlasse in video ben consapevole che quel video era per noi…ci ha fatti sentire tanto vicini nonostante i mille-mila km di distanza, di una vicinanza che è amicizia profonda al di là delle culture e delle competenze tecniche e delle tradizioni, e genuinamente e semplicemente felici-

E soprattutto… ci ha fatto ribaltare sulla sedia dalle risate! non ci potevamo credere! Non avremmo potuto chiedere di più da questa avventura!

Così non solo il VentolONE funziona, non solo la torre eolica lavora e l’acqua è pompata nei tank. No, abbiamo fatto di più: ora abbiamo anche introdotto un nuovo termine nella lingua swahili!

no magagna, Suha, no magagna! Water…is coming!

e noi stappiamo la bottiglia, di quello buono, che merita!

Summer of 2012

UPDATE available!

Il VentolONE si diffonde!

Ora è ufficiale! Durante l’estate prossima, presumibilmente tra luglio ed agosto, ci occuperemo di installare 2 turbine eoliche presso Ukomola, nelle vicinanze della già citata Ilembula, su richiesta di don Tarcisio Moreschi, missionario laggiù. Lo scopo è la produzione di elettricità per la costruenda scuola e per l’estrazione di acuqa da un pozzo in fase di trivellazione (profondità prevista: 100m).

Ukomola

La zona promette bene a livello anemologico (basta un confronto con Jambiani e Zanzibar per comprenderlo!), ma a giorni faremo pervenire a Tarcisio stesso un kit anemometrico per rilevare i dati e ottenere le conferme e i numeri effettivi necessari.

E, ovviamente, anche quest’anno avremo un paio di stagisti delle scuole secondarie, di Asti, come detto in precedenza!

wind in zanzibar

VentolONE goes on!

Now it is real! Next summer we will be in Tanzania again, to build and install two turbines in Ukomola, near Ilembula. Thank to father Tarcisio Moreschi, we will realize a new capitol of our project, this time the goal is to produce electricity for the raising school and for water pumping.

The site seems to be good from a wind point of view (comparing with Jambiani and Zanzibar), but we will send an anemometer as soon as possible to Tarcisio to have more data.

GRAZIE ! – Thank you, Suha!

Riceviamo oggi e pubblichiamo subito l’ultimo aggiornamento da Zanzibar, dopo quello pre-natalizio (riportato un po’ in ritardo, per la verità) in cui emergeva che la situazione pareva essersi sistemata:

Dear Alberto and Benedetta

How are you all.

Sorry for missing my contact for a long time. In fact it was to be like it was. I did not know what to tell you since there was no a new report besides that the pump was not working. So now I am telling you that the pump is working. remember this was the result of long time struggle. This is the third pump to use and now things are good. I will send you a video report to prove this.

Thank you I wish to here from you soon

Suha

Insomma: il sistema adesso funziona stabilmente! il progetto, la prima parte almeno, è finito!

Grazie, per ora semplicemente grazie!

A chi ci ha sostenuto

a chi ci ha aiutato economicamente

a chi ha lavorato con noi.

E, soprattutto, grazie mr. Suha per aver perseverato in questi mesi!

Siamo orgogliosi di aver lavorato fianco a fianco!

Ora…ora parte la fase due: arrivederci ad agosto 2012, mr Suha!

during the works: pulling up the turbine

As you can read in the above email from mr. Suha, things have come to an end: the wind pump works, and works good!

we are so happy

and we want to thank all those people

who helped us with money

who joined us

who worked with us.

But, mostly, we want to thank mr. Suha for his tenacity and patience during these months!

We are proud for all that work we did together with you!

So, let’s start with phase two now: see you on summer 2012, mr. Suha!

Ultime notizie, nuove notizie – Good news for 2012

Come promesso nel post precedente ecco a voi l’ultima mail arrivata da mr. Suha.

Dear Mario,
 Sorry for the very very delaying on replying your mail. I would like you to know that I am still very busy with the wind mill since the advice from SHIPO needs much changes… The solution was to remove the bicycle wheel to replace the keeping of a motor bike sproket, the chain, the motorbike wheel connected with a small sproket. these changes gain the speed of the wheel more than three times the speed of the shaft. This shows the great hope for the pump to work very well. Sometimes the problem is wind. We had already pumped few water in two days.
  I will send you the picture when the system is completely fixed. Be patient we will reach a good solution
                    SUHA
mr. suha

Ottimo!
assolutamente in linea con le nostre attese! Infatti:
  • mr. Suha dimostra di essere in grado di gestire, modificare, adattare e migliorare l’impianto: ciò significa che c’è stato quel trasferimento di know-how, che era poi lo scopo primario di tutto il progetto (e in parte è anche merito delle indubbie doti di mr. Suha!) 
  • è stato semplicemente aggiunto uno stadio di moltiplicazione, che era esattamente quel che avevamo in testa di fare, inserendo un cambio di bicicletta nella struttura, ma che il tempo, semplicemente il tempo risicato ci ha impedito di realizzare; ne avevamo parlato a lungo con mr. Suha, evidentemente qualcosa gli è frullato in testa! 
  • con la nuova soluzione l’albero di uscita gira più veloce: ciò va a discapito della capacità di auto-avvio del sistema, e a favore della quantità d’acqua estraibile. A suo tempo, temendo condizioni di vento inferiori alle attese avevamo cautelativamente limitato la velocità dell’albero di uscita, in modo da garantire comunque l’auto-avvio anche a 2,5 m/s (9 km/h), cioè con una minima brezza, ritenendo fondamentale ai fini della diffusione del sistema che producesse, magari poco, ma che fosse comunque in movimento. In questa configurazione il sistema è in grado di pompare circa 6000 litri al giorno; quindi con le modifiche apportate può pomparne potenzialmente di più, in funzione del vento effettivo e della sua distribuzione oraria e annuale. Sapevamo quale era il rovescio della medaglia, ora mr. Suha ha apportato modifiche coerenti;il sistema pompa acqua! sarà banale, ne eravamo assolutamente certi, ma vederlo scritto fa un’altro effetto! e ci rende assolutamente orgogliosi del percorso compiuto! in fondo, a portar migliorie ad un sistema comunque già funzionante, è la parte più semplice! il difficle…è rompere il ghiaccio!
E ora? Ora ci dedichiamo a chiudere questo anno 2011 così entusiasmante e denso di soddisfazioni e di cambiamenti, e ci diamo appuntamento…a lunedì, quando ci verranno consegnati i componenti del 1° VentolINO!
Poi…via con le prove e le simulazioni!
stay tuned!

As promised, following the latest e-mail from mr. Suha:

Dear Mario,
 Sorry for the very very delaying on replying your mail. I would like you to know that I am still very busy with the wind mill since the advice from SHIPO needs much changes… The solution was to remove the bicycle wheel to replace the keeping of a motor bike sproket, the chain, the motorbike wheel connected with a small sproket. these changes gain the speed of the wheel more than three times the speed of the shaft. This shows the great hope for the pump to work very well. Sometimes the problem is wind. We had already pumped few water in two days.
  I will send you the picture when the system is completely fixed. Be patient we will reach a good solution
                    SUHA
Really nice!
exactly what we expected! In fact
  • mr. Suha demonstrates to be able, now, to use, modify and improve all the system: this was the key feature of our project (and, ok, mr. Suha is really clever, too!) 
  • he simply changed the transmission ratio, as we told him before we left in august: we told him the best would have been to have a bicycle transmission system, to adjust the pumping with the wind 
  • with the solution Suha adopted the shaft turns 3 times faster: so it will be more difficult to self-start, but it will pump more water; we knew this could be a problem since we wouldn’t be there month after month, so we decided it was better to have a self-starting machine with only 2,5 m/s wind, than using a machine usually standing waiting for more wind 
  • the system works, and pumps water! this is very good, and even if we where absolutely sure it would happen, to read about it is a great satisfaction! it is simple to improve a machine, it is very difficult to start a new one!
And now…let’s party! to close this engaging 2011! And see we on monday, when we should receive the components to build our first VentolINO. Then…test and simulations, for all the next week!

stay tuned!


Buon Natale!

Auguriamo a tutti i lettori, a tutti coloro che ci seguono nelle nostre imprese e a tutti coloro i quali hanno reso possibile il progetto ZanziVENTO, con una donazione o con aiuto materiale
un Natale pacifico e sereno, con l’augurio di un 2012 ricco di crescita interiore e di coraggio nella crisi economica!

 

p.s.: abbiamo un sacco di cose da raccontarvi, di novità…e una nuova mail da mr. Suha con buone notizie! Ma ora…godiamoci il Natale!

Progetti futuri – Future projects (update)

[ Articolo aggiornato – updated post ]

Abbiamo tergiversato qualche giorno nel pubblicare quanto segue, oggetto di riflessioni già al tempo delle soleggiate passeggiate zanzibarine d’agosto!


Abbiamo tergiversato per poter condividere prima le idee stesse con il direttivo di SolareCollettivo, dal quale (ovviamente 😉 ) abbiamo ottenuto pieno appoggio!
Insomma, che vogliamo fare “da grandi“?
Pensiamo di muoverci lungo 4 direzioni, che nascono e traggono linfa dal successo zanzibarino, dai contatti accumulati in questi anni, dall’entusiasmo per l’open hardware, dal desiderio di mettere avanti al profitto la bontà, la sostenibilità e l’efficacia di un “prodotto”.

Direzione n°1: il bis!

ci stiamo organizzando per…il bis del VentolONE! Per ora siamo alla fase dei contatti, più o meno come un anno fa, ma con un successo alle spalle che infonde fiducia. I siti papabili sono in Tanzania, in Kenya, ancora a Zanzibar, ma per scaramanzia…non diciamo di più!

Direzione n°2: il VentolINO

per poter aumentare il rendimento e migliorare l’insieme abbiamo però bisogno di fare prove. Ora, non potendo fisicamente risiedere 6 mesi a Zanzibar (magari!), non disponendo poi di una galleria del vento e non essendo la pianura di Cuneo il luogo anemologicamente più interessante dell’orbe terracqueo abbiamo pensato di studiare un modello in scala del VentolONE che, nel solco della similitudine fluidodinamica, ci consenta di svolgere prove e prove e prove. Abbiamo perciò progettato un VentolINO di dimensioni 0,5m X 0,5m (diametro X altezza delle pale) che realizzeremo appoggiandoci a questa nuova realtà assolutamente interessante: grosso modo, il VentolONE di Jambiani in scala 1:4 1:5.

VentolINO - simulazione grafica

Ovviamente il VentolINO avrà anche finalità espositive per l’associazione, unendo quindi l’utile al dilettevole.
E ovviamente il VentolINO sarà open hardware, ora che ne sappiamo qualcosa di più!

Quindi…ci siamo detti: perchè non mettere in vendita un kit di montaggio del VentolINO stesso?
Il ricavato diventerebbe fonte di finanziamento per i nuovi progetti.

Inoltre, dal momento che i potenziali acquirenti dovrebbero essere quella schiera inaspettatamente folta di hobbyisti et similia che si scambiano informazioni sul web su forum dedicati, italiani e internazionali, ci siamo resi conto che potrebbe diventare una ottima occasione per scambiare anche i dati acquisiti, avviando nel nostro piccolo un esempio semplice di open research (nostro vecchio pallino!)
Insomma:

  • se vuoi compri il VentolINO
  • oppure te lo costruisci per conto tuo;
  • con il VentolINO puoi sbizzarrirti a fare prove e modifiche, essendo studiato per questo!
  • se vuoi ci condividiamo i dati e le misurazioni.

Come diceva quel tale (George Bernard Shaw), “Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un’idea, ed io ho un’idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee”

A quando la vendita? diciamo da gennaio-febbraio in avanti!

(continua…)

———————-

We waited some times to write this post, just to be confirmed by SolareCollettivo meeting last evening. So, everything was approved, and we can start new projects!

We will move along 4 directions, following our know-how, our contacts and the zanzibarian success, and obviously, our enthusiasm for open hardware and our desire of making a good product!

First direction: another one VEntolONE!

We are thinking about a second VentolONE in a Development Country! Nothing sure by now, we are thinking about Tanzania, Kenya and Zanzibar again, working on our contacts.

Second direction: a small windturbine

We would like to raise efficiency and improve the overall turbine: so we need more tests. Since we can’t stay 6 months in Zanzibar (it would be wonderful!), we haven’t a wind tunnel and Cuneo area where we live is not a windy area, we thought about a scaled model of VentolONE, simple to realise and easy to use for tests. We studied a 0,5m by 0,5m model that we are going to build supported by a new interesting reality (which follows Ponoko, USA).

We call this prototype “VentolINO“, which means “small VentolONE”.

This VentolINO could be used for exhibitions, too. And it will be open hardware.

So…we thought: why don’t we sell this VentolINO, in a simple kit? What we could earn would be useful for future projects!

Furthermore, since potential buyers should be those people skilled in DIY about VAWTs, italians and internationals, we could try a way to exchange data frome tests, starting a little but real open research.

Shortly:

  • you can buy VentolINO, for tests or for fun
  • you can copy VentolINO and build by yourself
  • you can start your own tests immediately, since VentolINO is made for this
  • if you like, you can share your results with the community

As George Bernard Shaw said, “If you have an apple and I have an apple and we exchange these apples then you and I will still each have one apple. But if you have an idea and I have an idea and we exchange these ideas, then each of us will have two ideas

When do we start to sell? hopefully from january-february!

(to be continued…)

E finalmente… – Finally…

…la notizia tanto attesa!

Il sistema VentolONE + rope pump funziona e produce ed estrae acqua!

Mr. Suha ci ha avvisati tramite sms, dicendoci che funziona tutto egregiamente da domenica scorsa!
UPDATE: il testo dell’sms:
“Hi Mario do not be worried things are going well. The person from SHIPO was here but he has left. He discovered the problem and we bought some stuff from Dar Es Salaam. On the last Sunday we got water but today we are going to make more adjustment for more availability of water. I will tell you the changes”

Ora…ora siamo stra-contenti, e in attesa di vedere un video o una foto del sistema funzionante, gongoliamo e pensiamo…al BIS!
E se qualcuno dei lettori è interessato, e sa di una località che potrebbe essere adatta…noi siamo qui!

Per ora un grazie grandissimo a tutti coloro i quali a vario titolo e in varia maniera (PiccoliPassi, il sig. Asselle, tanti piccoli sostenitori, il preside Iezza, la famiglia di Patrick) hanno permesso di avviare il progetto!

…big news have come!

VentolONE plus rope pump works and water comes as we expected!

Mr Suha told us the great news, so now we are…super-happy, waiting for a video or a picture of the working system, and thinking…of the NEXT ONE!!! So, if you know a place or a situation which could be interesting in terms of wind conditions don’t exitate to contact us!

UPDATE: the sms
“Hi Mario do not be worried things are going well. The person from SHIPO was here but he has left. He discovered the problem and we bought some stuff from Dar Es Salaam. On the last Sunday we got water but today we are going to make more adjustment for more availability of water. I will tell you the changes”

By now many thanks to all donors and all the people worked with us during these days!