Harambeeeee!


Il pomeriggio scorre placido sotto un sole bellissimo e ventilato nel silenzio della savana attorno a Ilembula. Rimbomba tutto attorno solo la voce degli altoparlanti, nei quali “Gerry Tanzania” e “Blacky Mike” parlano e parlano e parlano che sembra un villaggio vacanze.

image

Si fanno intramezzare dalle “letterine dell’Harambee”, che di tanto in tanto, quando la regia musicale decide che il duo di animatori ha ormai fracassato i timpani di parole, intervengono con stacchetti musicali e jingles e balletti e quei gridolini caratteristici dele donne africane.

image

L’Harambee e’ una raccolta fondi comunitaria che, nella forma, ricorda un po’ le raccolte fondi che ancora sopravvivono nelle campagne (almeno, nel Nord Italia, che conosciamo meglio).
La parte iniziale e’ fatta di discorsi e di ringraziamenti delle autorita’ e dei papaveri locali, di musica animata da Gerry Tanzania che si muove con la grazia di una gazzella ma ha la stazza di un bufalo…e poi parla, parla, parla!

image

Verso la meta’ della prima parte compare sulla scena Wonder Mike che fa rapidamente le scarpe a Gerry, il quale riesce solo piu’ di rado a intervenire: lo vediamo affranto. Sono le 14:30.

image

Presi dalla fame e dalla sete seguiamo il consiglio di Fausta e ogni tanto puntiamo il frigo della missione, con annessi salame e formaggio che Tarcisio ha imboscato nei bagagli la settimana scorsa.

image

Sara’ il sole, la fame, o piu’ facilmente il fatto che non capiamo un tubo del profluvio verbale dei due emuli di Fiorello, insomma, a turno ci facciamo un giro.
Alle 15.30 comincia l’asta dei beni che le famiglie portano e mettono all’ “incanto”: papaye, pomodori, cesti, galline, un caprone che ogni tanto ricorda ai presenti che insomma, c’e’ anche lui!

image

La somma raccolta e’ costantemente monitorata, come un banner web le segretarie contabili contano e contano e contano i soldi che si ricavano dalle aste e dai tour degli steward ce ogni tanto passano tra i presenti e paiono ricordare che la giornata e’ di tipo mungitoriale: prediligono il tour dai papaveri, chissa’ come mai… peraltro noi “scoloriti” siamo li’ vicino, e passano anche da noi.

image

tutto 'sto pelo e' sospetto!

Insomma, alle 17:30 abbiamo “vinto” papaye e simili e ovviamente il caprone. Esausti, con pranzo da fare, mentre questi continuano a ballare come a un baccanale di romana memoria, ce ne andiamo a bere una birra nel centro storico di Ilembula, fingendo un happ hour!
Al ritorno, se va bene, mangeremo…

image

le cucine dell'Harambee

Annunci

4 thoughts on “Harambeeeee!

  1. Il caproneeeeeeee?! E adesso cosa ne avete fatto? Aspetta che preparo le parate e vengo giù a cucinarlo!!!!! Ogni scusa e’ buona per partire!!! Saluti, la zia!

  2. Pingback: SAVANA WIND | Solare Collettivo

  3. sicuri di non essere finiti in qualche villaggio turistico ?
    A parte gli scherzi, continuate, se possibile con gli aggiornamenti. Sarà interessante vedere l’avanzamento dei lavori…..
    un abbraccio
    Mario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...